Richiesta disponibilità

Nome *
Cognome *
N° camere *
Tipologia Camere *
Email *
Telefono *
Arrivo *
Partenza *

Territorio

 

Chioggia è uno dei più importanti comuni della provincia di Venezia. E’ nota per il suo porto, per la pesca, per le saline, per gli ortaggi, per la cucina e per le sue calli, campi, palazzi e canali molto simili a quelli di Venezia, a cui è collegata da linee di battelli privati e dell’ACTV. Il canale principale è il Canal Vena, attraversato da nove ponti. Il più imponente è il Ponte Vigo che chiude il canale a ridosso della laguna ed alla piazza nella quale si trova un’alta colonna sormontata dal Leone Marciano.
La leggenda delle origini di Chioggia narra che fu fondata da Clodio, esule troiano, il quale scelse come stemma un leone rampante rosso a ricordo di Troia. Il nome Clodia poi cambiò nei secoli in Cluza, Clugia e quindi Chiozza, per arrivare infine all’attuale toponimo Chioggia. In epoca romana faceva parte di una più estesa centuriazione che comprendeva l’intera area della laguna di Venezia. Nel medioevo la città ebbe una propria autonomia comunale e, diventata nota per il florido commercio del sale, nel 1110 divenne anche sede episcopale. Una pagina importante della storia della città avvenne durante la “guerra di Chioggia”, rievocata nel Palio della Marciliana: nel 1379 la città cadde in mano a Genova, attirata dalla fonte di ricchezza che rappresentavano le saline, per poi essere riconquistata dall’intervento veneziano nel 1380. Sotto il dominio della Serenissima, Chioggia non solo vide limitata la propria libertà ma vide anche ridursi il numero delle saline oltre all’imposizione di pesanti tasse sulla produzione di sale. L’economia così ebbe un inesorabile declino che rifiorì con lo sviluppo della pesca. Chioggia fece parte della Repubblica di Venezia fino al 1797, anno in cui cadde in mano alle truppe di Napoleone Bonaparte. In seguito al trattato di Campoformio, nel 1798, la città passò in mano all’Austria, a cui rimase fino al 1866, anno in cui Chioggia venne annessa al nascente Stato Italiano. Durante la seconda guerra mondiale rischiò il bombardamento a tappeto da parte dell’aviazione alleata. Solo grazie alla rivolta dei cittadini i nazifascisti si arresero e il 27 aprile 1945 la città venne liberata dalle forze alleate.

Noleggio biciclette

Gli animali domestici sono benvenuti

Siamo su Trip Advisor